Nota del Professor Gualtiero Magnani 

Nota del Professor Gualtiero Magnani 

La sconfitta subita dalla Carrarese a Pontedera nella partita contro il Tuttocuoio è da annoverare tra le più cocenti e preoccupanti della lunga storia azzurra: per il risultato e per il modo come questo si è determinato; per il momento topico in cui si è verificato, con la concomitanza di risultati positivi delle squadre intruppate nella zona play-out. Più che giustificati, pertanto, il malumore manifestato dagli sportivi, il disappunto dei dirigenti, il comprensibile scoramento di tecnici e giocatori.

E’ un momento difficile nel quale è necessario mantenere con rigorosa freddezza il controllo della situazione, senza lasciarci condizionare dall’emotività e dal desiderio di trovare per forza uno o più colpevoli da sacrificare sull’ara punitiva del castigo. Un momento, dunque, delicato, che richiede unità di intenti e chiarezza di vedute. Si rischia, altrimenti, di demolire ogni cosa, anche quanto di buono è stato fatto finora.

La Società, pertanto, rassicura gli sportivi che intende richiamare ciascun componente della stessa nei diversi ruoli operativi, all’assunzione delle proprie responsabilità.

Mancano ancora dodici gare alla conclusione del campionato: un arco di tempo che consente di porre rimedio alla presente posizione della squadra, attorno alla quale deve essere costruito un muro protettivo costituito di incitamento e di solidarietà.

Ora serve unità di intenti e spirito combattivo: doti che non sono mai mancate nei momenti difficili della squadra azzurra e, ne siamo certi, non mancheranno nemmeno in questa circostanza.

Prof. Gualtiero Magnani