Cerca

Daniele Ficagna, allenatore dell'Under 17 azzurra matematicamentequalificata ai play off Nazionali di Serie C Under 17, ai microfoni di carraresecalcio.it:
 
Daniele, la tua squadra ha conquistato matematicamente i play off grazie alla netta vittoria per 4 a 0 sul Gavorrano nell’ultima giornata e con ancora due gare da disputare, dopo il riposo forzato del prossimo week end, si può pensare anche di migliorare la 4^ posizione. Come valuti il campionato dei tuoi ragazzi e quali sono gli obbiettivi per i play off?

"In questo finale di campionato ci saranno degli scontri diretti che potrebbero consentirci di guadagnare qualche posizione e migliorare dunque il nostro piazzamento playoff. Sicuramente cercheremo di dare il massimo e fare più punti possibili e di ben figurare nella post season ma, in realtà l'obbiettivo principale per me rimane la crescita e il miglioramento continuo dei miei ragazzi. Quello che cerco principalmente di fare è proiettarli nel mondo del calcio, fra i grandi, e fargli capire come funziona questo mondo, in cui se si vuole arrivare ad un certo livello il sacrificio è la cosa più importante.
I play off restano comunque un banco di prova importante in cui la mia squadra dovrà farsi trovare pronta e concentrata e non mollare mai, quest'ultima è forse la dote più grande del mio gruppo che nelle partite da tutto e non molla mai fino alla fine."
 
Questa è la tua prima esperienza come allenatore, come giudichi il tuo percorso di crescita in questo ruolo durante l’anno?

"Ho avuto la fortuna di trovare una buona squadra, sotto molti aspetti gia ben preparata, e di questo va dato merito a chi mi ha preceduto, e che mi ha permesso di lavorare molto bene e di crescere insieme a loro. 
Il mio percorso passa anche dal prendere spunti dagli allenamenti della prima squadra, che seguo spesso, e poi cerco di tenermi aggiornato il più possibile. 
Per me è gratificante vedere che i ragazzi mettono in pratica quello che gli ho insegnato e cerco quindi di prepararli al meglio migliorando anche me stesso."
 
L’Under 17 rappresenta per i giovani calciatori lo sbocco alla Berretti molti di loro si ritroveranno dunque ad un passo dal termine delle categorie giovanili,  con uno sguardo alla prima squadra. In quest’ottica hai visto i tuoi ragazzi crescere e migliorare e pensi che potranno fare il grande salto?

"Nella mia rosa ci sono sicuramente validi elementi e in generale ho visto crescere tutti molto durante l'anno, anche fisicamente. Il mio compito principale è quello di far capire loro come funziona il calcio a livello professionistico, in cui certe cose non sono concesse e in cui bisogna applicarsi con regolarità e fare dei sacrifici che a ragazzi di questa età possono sembrare esagerati ma che possono fare la differenza tra continuare a giocare a certi livelli e smettere.
Personalmente riterrei una grande vittoria, personale e di tutto il Settore Giovanile, vedere alcuni dei miei allenarsi con la prima squadra e magari andare in ritiro insieme ai grandi.
La "cantera" azzurra sta crescendo molto e penso sia giusto tenersi stretti i propri calciatori e lavorarci sopra migliorandoli ulteriormente cosicchè possano essere la base per il futuro della società."

one-power
santi-marmi
resinature-marmi
san-ceccardo
progetto-software
sagevan
marmoles-man
studio-sport
brontini
polaris
professional-marble
joma
ff-marble
soluzioni-di-interni
alioto
benetti-macchine
danesi-spedizioni
be-marmi
pedrini-sport
apuania-corsi
meci
b&b-edilizia
datitour-agenziaviaggi
dazzini-macchine
ristorante-lo-storno
planet-win
cofidiam
ferramenta-genovesi
punto-gomme-giurlani
tf-servizi
autocarrozzeria-jolly
locanda-di-bruno
mega-diamant