Cerca

Domenica 28 gennaio la Carrarese affronterà la prima delle due trasferte in Sardegna previste dal calendario del campionato. Gli Azzurri si recheranno ad Olbia, dove la nostra squadra, esattamente 58 anni fa (21 gennaio 1960), si trovò ad essere incolpevole protagonista di un tragico episodio, ricordato in questi giorni anche dalla stampa locale. Ad Olbia il calcio ha origini antiche, dato che la società calcistica fa risalire la propria fondazione al 1905. Dopo lunghi anni di militanza con alterna fortuna nei campionati di promozione, di serie D e di serie C, nel 2010, a causa di una rovinosa crisi finanziaria, la società sarda venne esclusa dalle competizioni; rifondata su poi solidi basi, potè risalire velocemente la china e nel 2016 è tornata al terzo livello del calcio nazionale.

Attualmente l’Olbia occupa la sesta posizione nella classifica generale con trenta punti, ottenuti, su 21 partite disputate, con 9 vittorie e 3 pareggi; 9 sono state le sconfitte; 26 le reti segnate e 28 quelle subite. Tra le mura amiche, la squadra sarda ha disputato dieci gare con 6 vittorie, 3 pareggi e una sconfitta. Le statistiche ci dicono che l’Olbia, insieme alla corregionale Arzachena, è la squadra che ha conseguito meno pareggi: 3.

Nella gara del girone di andata, disputata allo Stadio dei Marmi il 17 settembre del 2017, la Carrarese superò l’Olbia col punteggio di 3-0 (reti di Coralli al 54’ e al 70’ e di Tavano all’85’).
La Carrarese aveva messo in campo la seguente formazione: Moschin, Tentoni, Cason, Benedetti, Possenti, Rosaia, Cardoselli (dall’82’ Agyei), Piscopo (dal 51’ Biasci), Bentivegna (dal 90’ Andrei), Coralli (dall’81’ Cais), Tavano (dall’89’ Vassallo).

Ecco il bilancio statistico degli incontri diretti:
  GARE IN CASA FUORI RETI
Squadre G V N P G V N P G V N P F S
CARRARESE 9 6 1 2 5 4 0 1 4 2 1 1 17 8
O L B I A 9 2 1 6 4 1 1 2 5 1 0 4 8 17