Cerca

Carrarese Calcio ha intervistato il metronomo azzurro Samuele Damiani

Un pareggio ad Alessandria che lascia l'amaro in bocca?
"La partita è stata in controllo fin dall'inizio, abbiamo costruito occasioni e giocato alla grande con quel piglio che hanno le squadre importanti. Il campo ha trasmesso sensazioni positive, la Carrarese c'è e vuole vincere, poi è chiaro che gli episodi, come domenica ad Alessandria, possono non consentire il risultato pieno.

 
A centrocampo sei sempre più al centro del gioco, è evidente la tua crescita, così come esponenziale è  quella di tutto il reparto, credi che possa essere ulteriore arma per il futuro?
"La mediana insieme a tutta la squadra è in costante ascesa. Lavoriamo duro e con il mister studiamo le  nostre caratteristiche e quelle dei nostri avversari per cercare di trovare le giuste misure e gli equilibri. La squadra ha le idee chiare e vuole imporre il proprio gioco garantendo copertura alla difesa. Personalmente mi sento cresciuto e motivato a dare sempre di più".

 
Domenica un vero big match contro il Siena?
"Sarà una gara difficile e assolutamente pesante  in termini di punti in palio. La squadra è conscia che ci giochiamo tanto anche perché vogliamo accorciare in classifica su chi ci precede.
Il mese di gennaio sarà di fuoco e avremo due impegni tra le mura amiche in cui si dovrà fare valere l'effetto casalingo già a partire da domenica al cospetto della Robur Siena."