Cerca

Carrarese Calcio 1908 ha intervistato il difensore Luca Tedeschi

Stop forzato e ripresa delle sessioni di allenamento. Le tue sensazioni in questi primi giorni di lavoro?
La sensazione è quella che ci auspicavamo tutti , poter tornare alla normalità o quasi. Dopo tre mesi avere contatto con il rettangolo verde e condividere gli allenamenti con i compagni è stato impagabile. Dapprima , abbiamo svolto sessioni individuali poi collettive nel rispetto delle prescrizioni medico-scientifiche richieste. Finalmente si è tornati a parlare e praticare calcio , un primo segnale di ritorno alla normalità.
 
 
 
Secondo posto raggiunto in classifica e playoff in formula ridotta. Chi e cosa potrà essere il fattore determinante per attivare fino alla fine?
Il secondo posto è il traguardo parziale della nostra stagione, un punto di partenza importante e prestigioso che non ci soddisfa completamente e appaga rispetto all'obiettivo che vogliamo centrare con tutte le nostre forze. In fondo ai playoff arriverà la squadra che si dimostrerà più in palla fisicamente e pronta mentalmente al di là del valore tecnico in sé. Le motivazioni del gruppo sono alte , c'è entusiasmo e consapevolezza che potenzialmente solo tre partite ci dividono dal nostro grande sogno che potrebbe diventare realtà. Crediamo di essere all'altezza del compito e cercheremo di dimostrarlo.
 
 
La Carrarese non viene vista tra le  favorite per la vittoria finale. Può essere un vantaggio non avere le luci dei riflettori puntate addosso?
I media parlano di più di piazze con l'enorme blasone ma questo non deve preoccuparci . La nostra posizione di secondi classificati e teste di serie dei playoff vale come per le altre che hanno tagliato lo stesso traguardo. La pressione potrebbe essere tutta sulle spalle di altre compagini che non possono sbagliare. La Carrarese ha qualità e con le proprie caratteristiche  potrà essere insidiosa per tutti e per staccare il pass per la serie B ci siamo a pieno titolo.