Cerca

Ecco le dichiarazioni post partita dei protagonisti della vittoria per 1 a 0 (Tavano 13′) della Carrarese sulla Pro Piacenza allo Stadio Dei Marmi di Carrara:

L’allenatore in seconda Maurizio Antonucci:

“Oggi è stata una partita sofferta contro una squadra importante. La nostra squadra cerca sempre di giocare ed infatti abbiamo cercato di chiudere i giochi con il secondo goal. Tavano ha fatto la giocata del campione e non scopriamo oggi le qualità di questo calciatore. Anche chi è subentrato si è mostrato all’altezza e ha dato un gran contributo alla causa, come Bentivegna che pur non avendo ancora tutti i 90 minuti nelle gambe può gia fare la differenza entrando a partita in corso.

La condizione generale della squadra è buona con la consapevolezza, però, di dover migliorare. Mister Baldini è soddisfatto della prova dei nostri. Siamo un grande gruppo perché c’è sintonia tra tutte le componenti dello staff tecnico. L’obiettivo è ora portare a casa punti pesanti a Viterbo, sappiamo quello che valiamo. Lo spirito di gruppo è quello giusto e nulla ci può essere precluso.”

 

Il giovane difensore Fabio Maccabruni:

“Oggi è la vittoria del nostro lavoro settimanale. L’atteggiamento è quello giusto e la nostra audacia ci ha premiato. L’esordio allo stadio Dei Marmi è stata un’emozione fortissima, l’atmosfera e la nostra tifoseria così calda mi hanno agitato nei primi minuti, poi dopo mi sono sciolto ed ho iniziato a giocare con più serenità, dando il massimo.”

L’attaccante azzurro Francesco Tavano:

“Il nostro segreto è stato quello di giocare la palla ed anche l’azione del goal dimostra il nostro tipo di credo calcistico. Il mister ci carica tutta la settimana ed io mi trovo in grande condizione fisica. La stagione sarà di quelle importanti e non possiamo far mancare impegno e dedizione alla causa. Il nostro gruppo si sta plasmando nel modo giusto perché tutti sono perfettamente coinvolti nella causa. Due vittorie su due sono il segnale che stiamo lavorando bene. Non ultimo voglio ringraziare gli oltre 1600 spettatori che ci hanno spinto alla vittoria e non ci hanno fatto sentire mai soli.”