Cerca

Intervista al capitano azzurro Marco Marchionni, esperto centrocampista classe '80 dalla prestigiosa carriera, ai microfoni di www.carraresecalcio.it:

Ciao Marco, dopo un inizio di stagione un po' complicato stai trovando sempre più spazio nel centrocampo azzurro. Le tue caratteristiche possono essere molto utili alla causa , come dimostrato dai 2 assist di domenica scorsa. Quanto ti manca per essere al top della condizione? 

"La mia condizione non è certamente al top, occorrerà  ancora un po' di tempo ma quando ti accorgi di poter essere determinante anche solo giocando spezzoni di partita come con l'Arzachena, sale la  voglia di impegnarti ancora di più per sostenere questa squadra; insomma capisci di poter ancora dare tanto sul campo nonostante l'età."


Da Capitano della Carrarese e leader dello spogliatoio come giudichi questo gruppo, tu che hai vissuto spogliatoi di una certa caratura in carriera, e come credi possa evolvere la stagione per la squadra azzurra?

"Il mister mi ha affidato questo ruolo e con l'aiuto degli altri ragazzi più esperti si cerca di guidare il gruppo, mi responsabilizza molto essere un punto di riferimento  per i compagni più giovani. L'idea di quest'anno è stata quella di creare una squadra nell'ottica di una vera e propria famiglia, e proprio il gruppo è la nostra forza e arma in più per il proseguimento della nostra stagione. Credo che  la strada intrapresa possa essere la più giusta e rimanendo concentrati e sereni questa stagione potrà essere molto positiva condividendo con i nostri tifosi più di una gioia."


Domenica ci aspetta una trasferta tosta, un derby toscano molto sentito in un clima di sana rivalità sportiva. Come si affrontano partite del genere e quali insidie potrà riservare la sfida con i rossoneri ?

"Domenica a Lucca affronteremo una squadra ferita dopo la sconfitta contro il Gavorrano, ci aspetta dunque una gara ricca di insidie. Ma sono abituato a guardare in casa mia e posso assicurare che se seguiremo le direttive del mister e scenderemo in campo consci della nostra forza e avremo, così, ottime possibilità di fare risultato anche in un campo caldo e difficile come il “Porta Elisa”."
polaris
sagevan
one-power
studio-sport
santi-marmi
joma
san-ceccardo
resinature-marmi
professional-marble
marmoles-man
brontini
progetto-software
ff-marble
francini-piastrelle
alioto
b&b-edilizia
autocarrozzeria-jolly
danesi-spedizioni
locanda-di-bruno
punto-gomme-giurlani
mega-diamant
planet-win
brico-center
spintermar
tf-servizi
dazzini-macchine
apuania-corsi
datitour-agenziaviaggi
ristorante-lo-storno
soluzioni-di-interni
pedrini-sport
be-marmi
benetti-macchine
cofidiam
meci
ferramenta-genovesi