Cerca

Carrarese calcio 1908 intervista il difensore centrale Luca Tedeschi.
 
La vittoria riportata ai danni della Pistoiese segue i tre punti ottenuti a Siena , com'è l'umore del gruppo?
 
Il morale è tornato positivo dopo queste due partite in cui, seppur soffrendo, abbiamo ottenuto il massimo risultato.
I nostri inizi di partita non sono particolarmente brillanti ma per fortuna non solo tali da compromettere le gare . Per esempio contro la Pistoiese ad un primo tempo, in particolare i primi dieci minuti, in cui sembrava fossimo annichiliti è seguita una ripresa in cui si è alzato il ritmo , l'attenzione e la qualità delle nostre giocate. Il nostro scopo è migliorare di partita in partita senza , però, perdere punti per strada.
 
Un giudizio sul livello di integrazione degli interpreti della difesa?
 
La fase difensiva è complicata da registrare in poco tempo soprattutto se il reparto è composto da giocatori che sono insieme da poco se si pensa che la scorsa stagione era presente in organico Murolo che é sempre a disposizione per facilitare l'inserimento dei nuovi. L'impegno è quello di raggiungere i giusti equilibri ed automatismi nei diversi movimenti che il nostro gioco richiede. A livello individuale ci sono calciatori top sia sotto il profilo tecnico che della personalità e ciò ci aiuterà nel corso del campionato.
 
 
Prossimo avversario la Giana Erminio , che partita sarà?
In Lombardia non sarà una passeggiata contro una compagine che è una delle realtà più consolidate e di esperienza della categoria degli ultimi anni e che può rappresentare una sorpresa. Le partite non si giocano contro il blasone ma al cospetto di collettivi che hanno valori tali da poterti mettere in difficoltà al di là del nome che portano . È certo che contro la Carrarese tutti cercano di mettersi in mostra per cui la Giana che è squadra solida , competetiva ed attrezzata tenterà di ottenere punti tra le mura amiche . Alla Carrarese il compito di dimostrare di aver imparato dalle scorse partire per cercare il giusto approccio indirizzando la gara senza dover sempre rincorrere.